Teatro Colosseo - Torino

Programma Stagione 2016/2017

Ron 8 Aprile concerto Annullato
termine di rimborso dei biglietti acquistati : 30 Aprile
a breve ulteriori informazioni sulle modalità di rimborso

Lezioni di rock 6 aprile
con Ernesto Assante e Gino Castaldo
on line il video promo

fatture biglietti
Per scaricare le spese culturali è sufficiente il biglietto-scontrino fiscale (non verrà emessa fattura)
Chi desidera scaricare i costi dei biglietti deve comunicarlo al momento dell'acquisto per poter inserire i dati sul biglietto.
In un secondo momento non sarà più possibile

carta del docente e bonus diciottenni
Il buono è nominativo. Non è possibile utilizzarlo per altre persone e si può acquistare un solo biglietto per spettacolo.
Deve corrispondere esattamente al prezzo del biglietto poiché non è rimborsabile nè modificabile.

E' possibile prenotare i posti telefonicamente, inviare per mail il buono e ritirare i biglietti il giorno dello spettacolo.
Oppure venire direttamente alla cassa del teatro in orario 10-13/15-19 da lunedì a sabato

Miguel Angel Zotto
lo spettacolo è stato posticipato a mercoledì 5 aprile ore 21,00
restano validi i biglietti acquistati per la data di febbraio,
per maggiori informazioni telefonare ai numeri 011/6698034-6505195

Teatro Colosseo
roberto vecchioni
22 Gennaio 2017
la vita che si ama
inizio ore 21.00

Da gennaio partirà il tour che toccherà i più prestigiosi teatri italiani. Il professore sarà accompagnato dalla "band storica", costituita da Lucio Fabbri (pianoforte e violino), Massimo Germini (chitarra acustica), Marco Mangelli (basso) e Roberto Gualdi (batteria).
La musica e la letteratura, universi di riferimento imprescindibili e componenti identitarie del cantautore si fondono in un lavoro nel
quale Roberto Vecchioni padre si racconta ai suoi figli Francesca, Carolina, Arrigo ed Edoardo. "Canzoni per i figli" è un disco che
racchiude i brani molto amati del repertorio del cantautore con il nuovo arrangiamento di Lucio Fabbri, dai capolavori più conosciuti -"Figlia" e "Le Rose Blu" - a quelli meno noti - "Canzone da lontano" e "Un lungo Addio" - riarrangiate, risuonate, ricantate e riconcepite, sino a discostarsi, in alcuni casi, dall'originale come ad esempio nel brano "Quest'uomo".
E' un lavoro acustico, scarno nel senso che rinvia alla scoperta dell'essenza delle cose, nel quale prevalgono la chitarra, il violino e il piano, con alcuni inserimenti di basso e batteria. L'impianto compositivo è classico, è quello della poesia accompagnata da uno strumento, quasi come se la voce matura e puntuale del cantautore si "appoggiasse" alla chitarra e al violino e gli altri strumenti costituissero un contorno.
Tra le sorprese, "Canzone da lontano", delicata e tenera ninna nanna scritta per Francesca, tratta dall'album Montecristo ormai
introvabile, la versione recitata di "Figlio figlio figlio" e l'arrangiamento nuovo di "Un lungo addio", dedicata a Carolina.
I brani sono tenuti insieme da un filo narrativo che parte dal racconto del "mestiere" di padre, di quell'uomo che ha insegnato "la grandezza della malinconia", sentendosi buffo e ridicolo nell'aspettare dietro la porta che i figli tornassero a casa("Quest'uomo") e si conclude con un ribaltamento dei ruoli perché quello stesso uomo diventa figlio e si rivolge alla madre con la canzone "Dimentica una cosa al giorno" e il monologo profondo e toccante "Che c'eri sempre", commentato musicalmente dalla chitarra e dal violino. Un'opera nuova, la colonna sonora perfetta per accompagnare la lettura di un libro pieno di memoria e di felicità, un'ouverture per percorrere
attraverso l'ascolto in sequenza dei dieci brani la bellezza e la difficoltà di essere padre e di riscoprirsi infine figlio, perché, come scrive Vecchioni, "non si è felici nell'imperturbabilità, ma nell'attraversamento del vento e della tempesta".

Teatro Colosseo
VIA MADAMA CRISTINA, 71 - 10125 TORINO // T 011 6698034 - 011 6505195